Ricetta finta neve con 2 ingredienti che hai in cucina

Ad un certo punto avrete visto il proliferare di ricette per il gioco sensoriale, sabbia cinetica, didò fatto in casa, scatole sensoriali, schiuma da barba usata in tutti i modi possibili e così via. Ma a cosa servono queste attività? Possono sembrare attività banali e poco utili allo sviluppo dei bambini, invece anche il più semplice di questi materiali è utile allo sviluppo dei vostri … Continua a leggere Ricetta finta neve con 2 ingredienti che hai in cucina

Il cestino dei tesori

Dai sei mesi del bambino o meglio da quando sta seduto si può proporre il famoso cestino dei tesori. Non voglio ripetere i circa 73.200 risultati che escono cercando cestino dei tesori su Google, perché non ce n’è bisogno, vorrei però fare un po’ di chiarezza citando Accogliere un bambino di Grazia Honneger Fresco che è il libro di cui ho fatto vedere qualche pagina … Continua a leggere Il cestino dei tesori

Il bebè. Cosa fare con questa strana creatura

Il bambino è una creatura misteriosa che entra dopo nove mesi di attesa nelle nostre vite, parla una lingua incomprensibile, dorme in modo strano, vuole stare appiccicato alla sua fonte di sostentamento (materiale ed emotivo), non si muove praticamente, ma allora cosa si può fare con lui/lei? Ma, soprattutto, cosa si può fare i primissimi tempi senza perdere la ragione? Dopo che la baraonda (ingiustificata … Continua a leggere Il bebè. Cosa fare con questa strana creatura

La libertà di leggere

Scena. Interno giorno. Una libreria come tante, forse una catena, forse no. Ci sono una nonna con un bambino, bello sorridente, e un papà con una bambina, vivace con i codini. La nonna chiede al bambino quale libro desidera, mostrando con la mano la sezione Lionnicarlemunari, il bambino la guarda e si fionda su Cars, Il librotto di Saetta McQueen e suoi amici. La nonna … Continua a leggere La libertà di leggere

Cosa fare a casa con i bambini influenzati

Negli ultimi giorni non ho sentito altro che di bambini malaticci a casa e di mamme che non sanno più cosa inventarsi per passare lunghe giornate chiusi in casa*, magari pure un po’ tutti debilitati dalla febbre. (*No, papà no, ma non vuol dire che non esistano). Siccome, per scrivere quello che faccio io veramente, un post sarebbe decisamente sprecato mi sono fatta una ricerca su … Continua a leggere Cosa fare a casa con i bambini influenzati

Scegliere la scuola primaria leggendo tra le righe

In questi giorni siamo in giro per la ricerca della scuola primaria, partecipando a diversi open day di scuole, parlando con altri genitori, indagando in ogni modo. Vicino a noi non c’è una scuola montessori, quindi si tratta di scegliere una scuola tradizionale, quindi la questione è “Come scegliere una scuola tradizionale se ami il metodo Montessori?” Vi dico prima di tutto cosa non considero … Continua a leggere Scegliere la scuola primaria leggendo tra le righe

La banca delle attività montessori

Se cercate tante – vere – attività montessori da fare a casa o a scuola, il sito di Absorbent Minds Montessori è molto utile. On line si trovano così tanti siti di attività montessoriane che non si contano, peccato che a volte non siano montessoriane per niente, a volte siano attività bellissime e completamente waldorf, a volte siano sviluppate in modo non montessoriano. (No, i lavoretti … Continua a leggere La banca delle attività montessori

Libri e attività montessoriane in libreria

Ma i giocattoli Montessori sono veramente montessoriani?

Siamo usciti da feste, regali e pensieri, giocattoli intelligenti e giri infernali nei negozi, tra un carrello delle pulizie per femmine e la fattoria Montessori, o il puzzle montessoriano o la torre impilabile Montessori… Mhmmm! Un momento, la fattoria Montessori? La torre impilabile che non è la torre rosa? Il puzzle? Ma cosa vuol dire allora montessoriano? E, soprattutto, si può capire cosa è di … Continua a leggere Ma i giocattoli Montessori sono veramente montessoriani?

I travasi con i pompon sbirluccicosi

Lo scopo di questa attività è quello di passare una mezz’ora davanti al computer sviluppare la motricità fine del bambino allenando la presa.  Cosa vuol dire sviluppare la motricità fine? Si tratta di sviluppare i movimenti che richiedono precisione e coordinazione di polso, mano e dita. Sono movimenti molto importanti nella scrittura, che permettono di avere la corretta impugnatura e senza affaticare il polso o la mano. Ci sono … Continua a leggere I travasi con i pompon sbirluccicosi