Il lettino montessori

Il mio primo approccio al metodo Montessori è stato cercando dei mobili per la cameretta del nascituro. La filosofia e l’attività di Maria Montessori mi erano oscure  (n.b. sarei laureata in scienze della formazione), ma non mi erano oscure le meravigliose camere da letto in stile montessori che trovavo sul web (oh Pinterest, maledizione di tutte le mamme pigre!).
Camerette solo legno, tutto a misura di bambino,  ordine incantato e lettino basso.

Ora, la teoria è questa

il letto? Se il piccolo ha trascorso i primi mesi nella culla o nella cestina, quando arriva intorno ai nove mesi dovrebbe trovare un letto basso, comodo, quasi un tatami, dato che i piccoli stanno molto volentieri per terra. Può bastare un letto fatto con una tavola, sollevata dal pavimento di 10 o 15 cm al massimo, sulla quale un bambino che da poco ha cominciato a camminare possa salire e scendere.

Accogliere un bambino, G. Honneger Fresco

E c’è anche una breve spiegazione per come farselo da sé (o farselo fare da un falegname).

Lo si può anche costruire in casa, piuttosto largo (ad es. con una tavola in compensato o in massello da 8 cm, 80 × 100 cm) facilmente acquistabile nei negozi di bricolage, agli angoli della quale si possono fissare quattro pomoli o quattro cubi di legno, perché risulti rialzato da terra il minimo indispensabile. Si metterà sopra un materasso di misure corrispondenti. È un letto un po’ faticoso da rifare ogni giorno per l’adulto, quello con le sbarre in tal senso è certo più comodo: quale criterio adotteremo?

Ma questo non è Montessori per bricoleur, ma per pigri, quindi l’idea di mettermi a costruire il letto, magari con legno trattato in modo a noi sconosciuto, non mi ha toccata e siamo partiti alla ricerca. Dalla teoria alla pratica bisogna aggiungere dai 300 ai 600 euro circa.
Lo vendono woodly, totem e diverse falegnamerie.
Noi ne abbiamo scelto uno di legno super eco, trattato con soli olio di lino, con futon in cotone naturale.
Molto bello.
Mai usato.
La creatura, al momento giusto, ha preferito un banale lettino ikea appoggiato al nostro letto.
Un materasso piazzato su un tatami o un tappeto sarebbe stato sicuramente più conveniente e utilizzabile.

image
Feeding the soil

Link Feeding the soil

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...