Geometria dal primo giorno

OTTOBRE 2015

Questo post è una libera traduzione autorizzata di un articolo di Baandek.org

image

Uno degli aspetti più magici del metodo Montessori, una delle vie in cui il genio della Montessori è rivelato,  sta nella progressione di conoscenza che si attua attraverso i materiali montessori. Quando un bambino passa da un materiale che  padroneggia a quello successivo, il cambiamento è piccolo, ragionevole e progressivo. Questo evidenzia il cambiamento, ma allo stesso tempo, lo rende accessibile al bambino.

Possiamo avanzare attraverso una progressione di materiali partendo dal bambino più piccolo fino a quello più grande. I materiali montessori crescono con i bambini e producono un effetto ad ogni livello dello sviluppo dei bambini  stessi.

I bambini sono interessati nelle forme e libri e giocattoli capitalizzano questo interesse. Nel nostro ambiente preparato per i bambini da un anno a tre anni, abbiamo diversi puzzle e materiali per le forme.

image

Ci sono puzzle solo con una forma, un cerchio, un quadrato o un triangolo. Il bambino prende il grande pomello della forma, la osserva  e la incastra di nuovo nella cornice.

Sembra semplice all’adulto, ma il bambino sta rifinendo la coordinazione oculo-manuale, usando l’intera mano con il movimento del pollice opponibile, e allo stesso tempo sta familiarizzando con le forme geometriche.  

Quando un bambino sa completare agevolmente questi puzzle da un pezzo, è pronto per completare una torre impilabile formata ad esempio da triangoli. La regolarità e la consistenza delle forme diventano così familiari al bambino.

Nella scuola elementare, i bambini  lavorano con le equazioni geometriche e costruiranno materiali per provare la stabilità di queste forme; nella prima infanzia,  sentono invece la percezione perfetta della stessa stabilità.

Nella scuola primaria ci sono molti puzzle con le forme. I puzzle sono al tempo stesso familari e stimolanti. Il bambino impara ad costruire le forme usando le tracce che la sua mente inconscia sta discernendo.

L’armadietto delle forme geometriche è un materiale che può essere usato per anni in una classe di scuola primaria. Può essere usato come materiale sensoriale prima, per comparare tipologie di triangoli diversi, per verificare uguaglianze e così via.

Ci sono poi carte da accoppiare alle forme, che servono anche per preparare l’occhio al riconoscimento delle forme delle lettere. A questo punto,  il bambino sta imparando i nomi delle forme, essendo ormai capace di dare un nome alle qualità dei triangoli che identifica visivamente. 

Il bambino più grande, lettore  fluente, non solo riconosce tutte le qualità dei diversi triangoli, ma sa discernere sottili differenze tra di essi, ad esempio sa riconoscere  un acutangolo isoscele o un ottusangolo isoscele. Ha acquisito la capacità di filtro logico che gli permette di trovare tra due insiemi di triangoli diversi quello che risponde a determinate caratteristiche ricercate  – ad esempio trova il piccolo ottusangolo scaleno rosso.

Dai primi giorni nella classe, la Geometria è una parte accessibile della vita di ogni giorno del bambino. Non fa paura, non è soverchiante, è divertente, piena di giochi  e di sottigliezze da ricercare. Quando il ragazzo andrà  alle superiori o deciderà  di diventare architetto o artista e imparerà di più sulle proprietà matematiche di queste forme,  partirà già da una conoscenza viscerale di esse. Una conoscenza  che risuona nel profondo della sua essenza.

L’articolo originale e molto altro lo trovate su baandek.org/posts/geometry-from-day-one

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...