Donne sorgete! (E regalate libri belli alle vostre figlie)

Vista la giornata, pare quasi impossibile non pensare alle donne, al cammino fatto fino a qui, a quello da fare e ai bambini e alle bambine che ogni giorno vivono in mondo di pregiudizi. A me sembra così evidente questa situazione, che voler parlare di persone senza pensare al genere, di possibilità uguali per tutti, del fatto che il sesso non determini nulla e che tutti i bambini (e le bambine) oggi hanno le stesse possibilità, mi pare debba essere posizionato in una scala da “fuori dal mondo” a “parte del problema”.

Per fortuna, esiste una vivace ed indomita editoria dell’infanzia che ci offre così tante possibilità di scardinare questi meccanismi e di presentare mondi diversi, e ci dà un supporto forte, anche quando la realtà e l’esempio degli adulti non sono così illuminati.

Perché allora non approfittare dell’occasione per leggere insieme un libro per bambini e bambine che esca dagli stereotipi, e che sia soprattutto bello, che non trovi solo nell’uscire dagli stereotipi la propria ragione di essere?

Usciamo da tutti gli stereotipi non per entrare in altri, ma per essere come vogliamo.

Cerchiamo libri per i nostri bambini e le nostre bambine che non siano popolati da idee ridicole su cos’è una femmina e cos’è un maschio.

Lasciamoli liberi però di leggere quello che a loro piace, proponendo noi variazioni di qualità (l’ambiente!).

Non costringiamo i bambini nei sentieri di quello che piace alle femmine e quello che piace ai maschi.

Lasciamo che si costruiscano un mondo senza stereotipi, senza voler far loro la morale prima del tempo su quanto sia giusto e corretto un mondo senza stereotipi.

E allora, faccio finta che questo sia l’inizio dell’anno, e ogni mese l’otto, racconterò un libro a zero stereotipi con protagoniste femminili. Un libro non per bambine, ma per tutti i bambini.

Eugenia l’ingegnosa

EUGENIALINGEGNOSA_bassa-214x300

Questo libro è nato su iniziativa di un gruppo di architette e ingegnere svizzere, cosa che potrebbe subito far pensare ad un libro di una noia mortale, con un sottotesto ad alta moralità su come anche le donne possono diventare ingegnere o architette. E, invece, sorprende perché è un libretto agevole con una bella storia di ponti.

Eugenia vuole andare all’isola che non si vede; Nonsodove, e con suo fratello intraprende un viaggio di ponte da costruire in ponte. Interessante per tutti i bambini appassionati di costruzioni e per le ampie possibilità di lavoro successivo. Si può scaricare gratuitamente un dossier pedagogico con diverse attività ispirate al libro per bambini dai 4 ai 10 anni.

Qui trovate la recensioni di Mangialibri

Anne Wilsdorf, Eugenia l’ingegnosa (trad. di Federico Appel), Sinnos 2016, 64 p., euro 8,50

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...