La prima regola del genitore montessoriano

Quando una persona decide di seguire i principi montessoriani a casa, ma anche di qualunque metodo diciamo non tradizionale, deve mettere in conto che i bambini viaggiano ad un’energia di molto superiore a quella degli adulti ed è molto facile esaurire le proprie energie con la conseguente stanchezza. A questo si aggiungono mesi, se non anni, senza nottate di buon sonno, magari equilibrismi vari tra lavoro, casa, famiglia, e le nostre energie vanno a farsi un giretto, con le conseguenze che sappiamo tutti, dal nervosismo al ritorno a modalità che richiedono meno fatica.

Perché, beh, ormai è chiaro che seguire modalità educative centrate sul bambino, sull’ascolto, sull’empatia, è molto più faticoso, ma molto più faticoso che affidarsi ai bei sistemi di una volta, con una sgridata e via. Il problema è che se queste sono le modalità con cui siamo cresciuti noi genitori, nei momenti di stanchezza ritorneremo dritti a queste modalità in un gradevole ciclo di senso di colpa, ritorno a modi più rispettosi, stanchezza, sfuriata… e così via.

Pensare al tuo benessere fa bene ai tuoi figli

 

pexels-photo-761963.jpeg

Essenziale è ad certo punto curarsi del proprio benessere, e anzi considerare il proprio benessere un priorità importante. Qui ognuno ha le proprie modalità di ricarica e vi posso mettere le mie, ma quello che si deve fare veramente è capire cosa ci piace così tanto fare da darci energia per vivere meglio come mamme, papà, educatori, persone, farne una bella lista e poi dedicarsi ad una cosa di questa.

Deve essere una cosa possibile, perché nella nostra società, è molto facile che anche questo tipo di attività diventino obblighi, con il rischio di crearci una prigione di regole di benessere che non portano a nessun benessere, ma solo senso di colpa.

Quello che faccio, che mi serve a riconnettermi un momento, a recuperare dipende moltissimo dal tempo, oltre che ovviamente dai miei gusti personali.

  1. Essendo ossessionata dall’olio di cocco fare una qualunque cosa con questo prodotto mi riporta all’estate  e mi sento già meno zombizzata. Se la mattina riesco a fare il pulling oil (cioè lo uso tipo collutorio) mi sento già più sveglia; un massaggio anche breve poi è decisamente il top.
  2. Smalto, mentre tutte le teorie del trucco mattutino con me non funzionano, con una passata di smalto veloce, mi sembra di aver recuperato quel quarto d’ora di sonno (no, niente miracoli);
  3. Yoga o rilasssamento per i momenti più critici, con dieci minuti si recupera alla grande un bel po’ di sonno in più. Io seguo questo di La scimmia yoga o questo di Claudia Porta.
  4. Bere. Il classico bicchiere d’acqua del momento di ansia, come quando un bambino cade e gli si offre un bicchiere d’acqua. O il tè dei film britannici, quando arriva il poliziotto a dare una brutta notizia e l’altro va in cucina a preparare il tè (di solito sta anche frugando nella spazzatura nel mentre, ma va beh)
  5. Attività fisica senza bambini. Anche un’ora a settimana dà una carica che dura a lungo, e sto parlando di qualunque cosa, dalla piscina, al pilates al ballo liscio alla corsa.
  6. Se il momento lo concede, io credo molto nel supporto positivo che può dare uno shampoo, con la schiuma soffice soffice lieve lieve che sembra panna, sembra neveeeeee. Infatti, ho una collezione di shampoo di diverse profumazioni pronti per il “aspetta un attimo che devo andare in bagno”. (Non li asciugo con il phon, quindi il tutto ha una durata di circa 5 minuti)

Siccome l’argomento mi interessa e  penso che sia abbastanza centrale nell’educazione, sto chiedendo a diversi esperti consigli più mirati per fare ricaricare i genitori quando il tempo è poco e il sonno è tanto.

Annunci

2 pensieri su “La prima regola del genitore montessoriano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...