Avvicinare i bambini alla musica in stile montessori

Solo chi ha sentito nella musica la voce che apre le porte del cuore, solleva lo spirito.

Maria Montessori

Fin dalla prima infanzia la musica arricchisce lo sviluppo dei processi cognitivi, creativi, comunicativi e logici nel bambino. Neuroscienze e metodo Montessori su questo sono d’accordo. Oggi sappiamo perfino quanto sia importante per gli adulti, per tenere belli allenati i neuroni, avvicinarsi alla musica e abbiamo l’imbarazzo della scelta sugli studi relativi ai benefici per lo sviluppo dei bambini praticamente dal grembo materno in poi.

Nelle Case dei bambini, come nei nidi montessoriani e via fino alla primaria ci sono specifici materiali per lo studio della musica, lo sviluppo dell’udito e così via, ma a casa cosa si può fare?

Cosa può fare il genitore con zero competenza musicale, come sono io, per far sì che la musica entri a far parte della famiglia?

Da genitrice che in vita sua ha suonato solo quell’orrendo coso a metà tra una mini pianola e un tubo dell’acqua, ho colto l’occasione del figlio per far entrare nella mia vita un bel po’ di musica e devo dire che oggi, pur non avendo ancora imparato a suonare l’ukulele che rimane uno dei miei sogni nel cassetto, ho decisamente incrementato il grado di bella musica ascoltata, cantata forte (e male, ma sto cercando un corso pure per quello) e ballata. Ecco come ho fatto.

Ascolto vario in macchina. Per qualche bizzarra ragione ad una certa età i bambini nei viaggi in auto, sembrano apprezzare solo canzoni tipo Il coccodrillo come fa, Il caffè della Peppina e simili, il trucco è però non scoraggiarsi e proporre anche altro. Ad un certo punto succede il miracolo e si passa dal Torero Camomillo a Bennato (Burattino senza fili? L’isola che non c’è? Perfetti!) fino a tornare la musica amata, meglio se in italiano a meno che il percorso non si faccia con una lingua straniera. Se, invece, non trovano mai altre proposte se non canzoncine, si abitueranno a quelle e avrete solo viaggi in auto accompagnati dallo Zecchino d’oro.

Ascolto vario a casa. Da quando il bambino ha un’età adatta, si può coinvolgere nell’uso del lettore cd, dello stereo o di qualunque cosa abbiate in casa. Per mia esperienza, benché siano belli, non c’è necessità di un lettore per bambini, basta aspettare un po’ di tempo e vedendovi usare lo stereo normale, saranno in breve capaci anche loro di usarlo con delicatezza. In questo caso segnalo il vero antidoto alla televisione per i più piccoli: Musicantando. Un libro con relativo cd di canzoni popolari, italiane e non, capace di coinvolgere moltissimo anche i bambini più piccoli (sotto i due anni). Notevoli i cd con libretto di Ma che musica! Sono 3 con pezzi musicali di diverso tipo, dal Jazz alla classica fino al musical, tutti di altissimo livello. Se preferite la radio un buon supporto all’ascolto è Radio Magica che però si può ascoltare solo via web. Importante: quello musicale è un momento a sé di ascolto, non di accompagnamento di altre attività in questo caso.20180516_125500.jpg20180516_125322.jpg

La cesta della musica. Da quando i bambini sono piccolini esplorano suoni e rumori, un cesto in cui mettere gli strumenti che di volta in volta possono usare, che cambia in base alla loro crescita, credo sia praticamente indispensabile in ogni casa. Gli strumenti e oggetti musicali variano nel tempo e si fa dai cilindri (o qualunque altra cosa) dei rumori da accoppiare, allo xilofono, al tamburo, a maracas e raganelle. L’importante e non esagerare e mettere pochi oggetti per volta. Per i bambini più piccoli bastano i cilindri musicali. (Nella foto il nostro sostituto sono quei contenitori triangolari in legno)20180516_125551.jpg

Letture musicali. Oggi ci sono molti libri sonori musicali, francamente a me come tutti i libri sonori non convincono al cento per cento. Molto interessante invece trovo che sia Il mio libro illustrato degli strumenti che abbina cd con la musica dei singoli strumenti all’immagine. Molto bello anche per organizzare passeggiate sonore ed educare all’ascolto attivo il libro di Artebambini, Suoni per giocare di Arianna Sedioli. Bello anche per piccoli gruppi di bambini. Anzi, direi soprattutto.20180516_125407.jpg

I corsi Musica in culla e corsi Metodo Orff-Schulwerk. Iscriversi ad un corso per bambini di pochi mesi è una delle cose più sensate che si possa fare quando i bambini sono così piccoli, vederli crescere e approcciarsi diversamente agli stimoli di questi incontri è una gioia anche per il genitore meno interessato alla musica del mondo. Se ci sono nella vostra città, fate il possibile per partecipare perché sono esperienze molto coinvolgenti.

Guardiamo l’opera? Il flauto magico con le scenografie di Luzzati è bellissimo da vedere insieme e spesso viene riproposto come spettacolo per bambini.

Ascolto all’aperto. Anche se non sapete distinguere Beethoven da Allevi, fa niente, probabilmente anche nella vostra città avrete l’occasione di ascoltare una banda o qualunque concerto gratuito che di solito i Comuni organizzano per l’estate. Non impigritevi e andateci con i figli, non imbarazzatevi se fanno cose strane e caso mai se fanno casino alzatevi e andatevene. La tolleranza al disturbo (sempre che sia minimo davvero!) di solito all’aperto è maggiore e se siete defilati potete andarvene agevolmente senza dare fastidio. Certo non bisogna aspettarsi  che si ascoltino un’ora di sinfonica seduti e bon, ma da cinque minuti stando in fondo in fondo, fino ad aumentare, ce la si fa. (Se volete ascoltarvi tutto il concerto in pace, senza rischiare di dovervene andare, andateci da soli però)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...