3 libri (più 2) per genitori consapevoli

Ho pubblicato su Instagram la lista dei libri di pedagogia, sulla famiglia e sulle attività che ho letto in questi ultimi anni. Sono 64 65 e ogni tanto uno ne sbuca da qualche parte e continuo a leggere. A questo punto mi hanno scritto diverse persone per dirmi “Quanti sono!”, “Ma quanto leggi?!” e cose così.

Ma per fare i genitori serve leggere così tanto?

NO! NO!

E poi no!

59628
The let down

 

Per prima cosa, io amo moltissimo leggere e gran parte delle informazioni le ricavo, per abitudine dai libri mia, per tutto. Non dovete per forza essere come me, magari vi piace di più che ne so… parlare!

Secondo, io ci lavoro pure con quello che leggo per cui: certo che mi serve informarmi per vivere al meglio il mio ruolo di madre, per capire meglio certi passaggi educativi, però, ecco, non è che se non avete 15 libri di attività montessori, 10 su Montessori ai tempi nostri, allora non saprete cosa fare il pomeriggio e i vostri figli cresceranno debosciati. Anzi.

Fare i genitori non è un mestiere e i bambini non sono il nostro progetto.

I nostri figli sono persone, che arrivano già con i loro geni, il loro karma o quello a cui credete. Sono persone che abbiamo il compito e la responsabilità di aiutare a crescere al meglio. Non sono il risultato di un nostro progetto pianificato, in cui se saremo ad alto contatto, montessoriani o severi otterremo un risultato certo e prevedibile. Non funziona così.

Dobbiamo sempre fare molta attenzione alle aspettative che mettiamo nell’educazione, se no, non facciamo il bene di nessuno. Ne il nostro, ne quello dei bambini.

Non sto dicendo di vivere nell’ignoranza e che quello che si è sempre fatto va bene, così perché si è sempre fatto così, ma che possiamo non cercare la ricetta perfetta per crescere i nostri figli, perché non esiste. (Ed è meglio così)

Detto ciò, se volete leggere qualcosa di veramente utile per mamme e papà, vi suggerisco questi 3 titoli. Sono i libri che mi sono stati veramente utili (più uno).

Il primo, non è ancora stato tradotto in italiano ed è It’s ok not to share di Heather Shumacker . Si tratta di un libro di regole, ebbene sì, piuttosto folli e veramente molto ribelli, come quella del titolo (è ok non condividere!) o come la regola del turno lungo, dell’educazione sessuale dalla prima infanzia. Regole che stravolgono il nostro approccio, che mettono al centro i bambini veramente, che danno un senso di sollievo ai genitori che possono sgravarsi un po’ delle regole per sentito dire e fare veramente ciò che sentono nel rispetto di sé stessi, degli altri e delle cose. Consigliatissimo se vi sentite un po’ ribelli (o anche no).

Libro scoperto un po’ tardi da me, ma che trovo di un’utilità unica nel capire gli assurdi comportamenti dei piccoli di casa è stato Le emozioni dei bambini di Isabelle Filiozat. L’autrice spiega con calma le ragioni dei comportamenti dei più piccoli e delle strade che portano i più grandi a viverci meglio insieme. Ma voi lo avreste mai detto che siamo noi adulti ad incentivare il bisogno dei bambini di comprare sempre cose e c’è un sistema facilissimo per evitarli rimanendo tutti contenti? Consigliatissimo a tutti.

Per i neogenitori, che scoprono l’esistenza dell’alto contatto, ma sono tirati di qua e di là tra i bei vecchi metodi di una volta e i consigli del fruttivendolo, Besame mucho di Carlos Gonzales è la risposta. Il tono leggero e ironico è di ispirazione anche per rispondere al fruttivendolo.

I più 2 sono i libri montessoriani che trovo utili per i genitori che non sentono l’esigenza di ravanare nel Metodo, ma che vogliono saperne di più.

Il bambino in famiglia di Maria Montessori è quello che spiega il metodo in modo più utile per la famiglia. Il Metodo Montessori non è un metodo nato come metodo educativo per la casa, quindi molto viene filtrato dall’aspetto scuola/classe/bambino a scuola per poter essere applicato a casa. In questo libro, vengono dati molti spunti che realmente si possono usare a casa con i propri figli.

I bambini hanno bisogno di fiducia è il libro di Tim Seldin su come si può fare Montessori a casa. Stile facile, tanti spunti facilmente copiabili e dritte senza troppo scopiazzare il Montessori a scuola, che è altro. Utile per mettere in pratica i principi montessoriani senza diventare pazzi.

 

E, per il resto leggete narrativa o saggi storici o chicklit, basta vi aiuti a ricaricarvi, perché anche la miglior teoria si deve arrendere a mesi di sonno interrotto, di incastri da megamanager, di piani scombinati da tossi persistenti, pidocchi, raffreddori, da preoccupazioni varie ed eventuali e da felicità improvvise ed esaltanti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...